Novità

(vedi archivio)
(nascondi archivio)

Pagine utili

Spunti di riflessione

  • Tecnica o “Cuore”?

    Ma è vero che studiare limita la capacità di trasmettere emozioni?
  • Insegnanti da evitare

    Identikit dell' insegnante che finge di insegnare
  • Cantare è semplice

    Imparare a cantare non è complicato, caso mai è impegnativo
  • Lezioni e risultati

    Non le “solite” lezioni, ma un'esperienza totalmente differente…
  • Lezioni su Skype

    Quando utilizzare i mezzi di video conferenza per evitare spostamenti impegnativi
  • Scuole di canto

    quando preferire un insegnante privato
  • Come cantare meglio?

    riuscire a cantare meglio non è difficile e non ci vuole neanche tanto tempo: è tutta questione di trovare qualcuno che ti indirizzi verso l'idea giusta

Scuole di canto: quando preferire le lezioni con insegnante privato?

Le scuole di canto e le scuole di musica in genere hanno registrato in quest'ultimo decennio un evidente sviluppo. Le iscrizioni ai corsi hanno mostrato un costante aumento, mentre l’offerta si è pari passo moltiplicata con l'apertura di nuove scuole e diversificando i corsi proposti.
E' parere diffuso che tale fenomeno sia stato alimentato soprattutto dal dilagare di una serie di programmi televisivi Talent Show (Saranno Famosi, Amici di Maria De Filippi, X-Factor, Ti Lascio Una Canzone, Io Canto, tanto per citarne alcuni) che hanno fatto in qualche modo riflettere il pubblico sull'importanza della formazione artistica dei giovani.
Il grande interesse mediatico per queste trasmissioni-scuola ha conseguentemente incentivato la nascita di scuole di canto, di musica, di danza e di recitazione nelle nostre città.

La scuola di musica come realtà imprenditoriale

La scuola di canto come realtà imprenditoriale Scuola di canto: realtà imprenditoriale?
Rivolte soprattutto agli adolescenti ed ai giovani, ma non solo a loro, tali scuole svolgono prima di tutto un’attività imprenditoriale, che opera sul libero mercato e che deve quindi occuparsi (per sopravvivere alla forte concorrenza) di comprendere e soddisfare le aspettative dei propri clienti, prima ancora di occuparsi di insegnare ed educare alla musica. Altro elemento importante per una scuola di canto è il contenimento delle spese, allo scopo di poter offrire al pubblico prezzi più vantaggiosi e concorrenziali.
Può succedere in taluni casi estremi che ciò vada a discapito della qualità dell'offerta; una paga minima, talvolta destinata agli insegnanti di canto, potrebbe insinuare a lungo termine un sentimento di frustrazione nei docenti, allontando quelli più esperti, preparati e competenti dall'insegnamento presso quella scuola, e applicando una sorta di “selezione darwiniana all'incontrario” sul corpo docente.

A chi conviene rivolgersi ad una scuola di canto?

Certamente l'esperienza della scuola di canto è consigliabile per chi si stia accostando alla musica per la prima volta, tanto per permettergli di farsi una idea di cosa significhi cantare e di quali siano le relative implicazioni, magari anche di potersi confrontare con qualche altro studente, e soprattutto di misurare quanto forte è la sua passione per il canto.
Da non sottovalutare inoltre il fatto che una scuola offre anche tanti comodi servizi accessori ed una struttura organizzativa ai propri clienti, come la segreteria, la gestione degli appuntamenti, iniziative a cui poter aderire in convenzione, ecc.

Quando invece cercare fuori dalle scuole?

Se la scuola di canto può essere certamente consigliabile come “avvio” (sottolineando comunque l'importanza di “iniziare bene” con un bravo insegnante che sia competente e che non porti l'allievo “fuori strada” con consigli sbagliati), il discorso a nostro parere cambia nel caso si intenda iniziare un percorso approfondito di crescita che miri a livelli più professionali, come sostenere concorsi di canto, casting, provini e audizioni, oppure registrare un CD demo, o preparare il proprio primo concerto come solista protagonista.
Vale inoltre la regola generale di non perseverare ad oltranza; passati tre anni, è sicuramente preferibile dichiarare l'esperienza conclusa e iniziare la ricerca di un nuovo insegnante e di una nuova scuola.

Con quale criterio selezionare un insegnante “Coach” privato?

La vocal coach americana Cheryl Porter La vocal coach americana Cheryl Porter
Per uscire dal livello amatoriale e per potersi inserire con competenza in un ambito di caratteristiche professionali, dove la figura del docente medio di una tipica scuola di canto risulta alquanto inadeguata, è certamente consigliabile rivolgersi ad una figura che abbia maturato una reale e prolungata esperienza come performer solista: qualcuno che sia anche in grado di eseguire alla perfezione ciò che tu vorresti cantare, che possa darti ispirazione cantandoti degli esempi concreti sui passaggi dove incontri maggiori difficoltà, e che possa correggere quei difetti di tecnica ed impostazione che il tuo insegnante di canto non è riuscito ad individuare o a eliminare.
Ed è qui che entra in gioco la figura del Vocal Coach.

La vocal coach Cheryl Porter

Forte di una esperienza maturata in Italia, in Europa ed in America in più di 15 anni di attività come cantante solista concertista e di produzioni discografiche, e coadiuvata da una solida formazione classica conseguita presso la Northern Illinois University di Chicago, Cheryl Porter è in grado di offrire un supporto adeguato e determinante a chiunque voglia iniziare un serio percorso di irrobustimento e crescita “a 360 gradi” come artista e come performer, o per la preparazione di audizioni o concorsi, casting Musicals, provini per programmi Talent Show.
Se vuoi davvero incominciare a cantare bene e sei alla ricerca di un «allenatore vocale», Cheryl Porter rappresenta la scelta giusta che ti permetterà di ottenere risultati reali, continui e visibili fin dal primo incontro. Garantito.
…ti piacerebbe mettere a posto una buona volta per tutte la tua voce e il tuo modo di cantare?
Clicca “Mi piace”!

Dove e come raggiungerla

Gli incontri individuali di Vocal Coaching con Cheryl Porter hanno solitamente luogo, salvo accordi particolari, a Vicenza, pertanto raggiungibile senza particolare difficoltà da tutto il Veneto: Padova, Verona, Treviso, Belluno, Rovigo, Venezia e Mestre.
Grazie anche alla presenza strategica di un comodo casello autostradale e di una vicina stazione ferroviaria, la zona può risultare raggiungibile, a seconda dei casi e dell'interesse, anche dalle altre regioni confinanti del Nord, Nord-Est e Triveneto: pertanto segnaliamo la Lombardia ed in particolare Brescia, Milano, Bergamo e Mantova; oppure il Friuli Venezia Giulia con le provincie di Pordenone, Udine, Gorizia e Trieste; il Trentino Alto Adige ed in particolare la provincia di Trento; e infine l'Emilia Romagna ed in particolare Ferrara, Bologna, Reggio Emilia, Parma, Modena e Ravenna.
Risulta accessibile anche dalla Toscana, come confermato da alcuni studenti provenienti in particolare da Firenze, Prato, Pistoia e Lucca.
Si registrano infine adesioni provenienti da Perugia, Roma e persino dalla Sardegna.